OKKK
torna alla pagina precedente
Consultazioni 1-2017 - European Commission Consultation Document Capital Markets Union Mid-term review 2017
(31/01/2017)
versione stampabile

Consultazione UE su Capital Markets Union – Risposta di Assonime

Assonime ha risposto alla consultazione della Commissione europea sul Mid-term review del Piano d’Azione sulla Capital Markets Union (CMU). La consultazione ha lo scopo di raccogliere osservazioni sullo stato di attuazione del Piano d’Azione e suggerimenti per eventuali nuove iniziative. Nella risposta, si rileva che benchè la CMU sia sulla buona strada, i suoi effetti devono ancora materializzarsi pienamente. Un’accelerazione appare tanto più importante in considerazione della Brexit e delle necessità di rafforzare i mercati finanziari europei. Clicca qui per vedere il documento

Nella propria risposta,  Assonime si è concentrata sulle seguenti aree:

 

(i)                  Misure per facilitare l’accesso delle società ai mercati di capitale di rischio – in questo senso si suggerisce di

·        ridurre gli obblighi di reporting e in generale gli oneri amministrativi posti dalla regolamentazione a carico delle società quotate: in materia di Prospetto, si suggerisce alla Commissione europea e all’ESMA di alleggerire gli adempimenti richiesti nell’adozione delle misure di livello II, ad esempio nell’elaborazione dei prospetti tipo; in materia di Market Abuse, si propone di rivedere la disciplina eliminando l’estensione dell’applicazione della MAR anche agli MTF  e superando l’attuale nozione unica di inside information, adottata tanto per gli obblighi di disclosure quanto per la sanzione degli abusi di mercato; in materia di EMIR, si propone di differenziare la disciplina per le non-financial companies;

·        rivedere gli ostacoli regolamentari all’accesso delle PMI ai mercati di capitale di rischio. In questo senso, è stato suggerito di adottare misure specifiche per le growth companies;

·        eliminare le distorsioni di trattamento fiscale tra debt e equity;

 (ii)                Misure per favorire l’investimento di lungo termine, le infrastrutture e l’investimento sostenibile: in questo senso si suggerisce di

·        assicurare un contesto normativo appropriato per l’investimento in azioni oltre che la  sottoposizione di banche e compagnie assicurative ad un trattamento prudenziale che rifletta meglio la rischiosità di tali investimenti;

(iii)               Misure per facilitare gli investimenti cross-border – in questo contesto si suggerisce di:

·        rimuovere gli ostacoli nazionali agli investimenti cross-border, promuovendo una quadro armonizzato della disciplina dell’insolvenza (in questo senso la proposta di direttiva va nella giusta direzione) e promuovendo la mobilità transfrontaliera delle società (in questo senso il quadro legislativo dovrebbe essere completato con una direttiva sul trasferimento di sede);

·        promuovere una maggiore convergenza della supervisione dal parte delle ESAs, in particolare affidando all’ESMA maggiori poteri;

·        facilitare gli investimenti internazionali, promuovendo regimi di enforcement più efficaci; in questo senso si suggerisce di approfondire il tema dell’accesso alla giustizia e delle ADR (Alternative Dispute Resolution)  in generale.  

I risultati raccolti confluiranno nel Mid-term review che la Commissione intende pubblicare nel mese di giugno



Note e Studi 3-2017 - La disciplina sugli abusi di mercato: indicazioni interpretative su alcuni profili delle operazioni dei manager e dei registri insiders

L’applicazione della disciplina sugli abusi di mercato dettata dal Regolamento UE n. 596/2014 (MAR”), in vigore dal 3 luglio 2016, continua a presentare incertezze interpretative che incidono significativamente sui costi e i rischi degli emittenti. 

Clicca qui per scaricare.

Vai al testo completo
Note e Studi 4-2017 - Corporate Governance in Italy:Compliance, Remunerations and Quality of the Comply-or-Explain (Year 2016)

Since the first year of application of the Italian Corporate Governance Code (hereinafter “Code”), Assonime analyses the Corporate Governance Reports issued by the board of directors of listed companies in order to provide information about their corporate governance system. According to the Code, such Reports provide an accurate disclosure on the application of individual Code recommendations.

Clicca qui per scaricare il file.

Vai al testo completo
Interventi 4-2017 - Autodisciplina e autonomia statutaria nell’evoluzione del ruolo del consiglio di amministrazione

È online l’intervento “AUTODISCIPLINA E AUTONOMIA STATUTARIA NELL’EVOLUZIONE DEL RUOLO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE: AUTOVALUTAZIONE, PIANI DI SUCCESSIONE, COMPOSIZIONE E NOMINA" che il Prof. Mario Stella Richter ha tenuto alla tavola rotonda in occasione del Convegno su “La Corporate Governance delle Società quotate italiane” del 17 febbraio 2017.

Vai al testo completo

  Condizioni di utilizzo / Riproduzione riservata / © Assonime 2018